Hanno fatto un deserto e lo chiamano pace

Appena in tempo prima di partire, sono arrivati i nuovi biglietti da visita. Ho aggiunto, sotto il nome, l’indicazione avvocato dei lavoratori: forse suona peggio, ma è più accurata di avvocato del lavoro. Insomma, ho fatto il contrario del governo che a poco a poco abolisce lo Statuto dei lavoratori con l’intenzione di sostituirlo prima o poi […]

Un weekend militante

Nella foto, ecco una sintesi del mio weekend. Davanti, il bicchiere riciclabile del Festival Alta Felicità organizzato a Venaus dal movimento No TAV: ci ho trascorso il venerdì cazzeggiando, mangiando, bevendo, ascoltando ottima musica dal vivo, soprattutto abbracciando tanti amici, in una cornice meravigliosa, tra migliaia e migliaia di persone, circondati dalle montagne che governi di […]

(Abbasso) Stalin

Mese più, mese meno, sono circa vent’anni che mi considero comunista. Per gran parte di questo periodo, quasi metà della mia vita, ho militato in un’organizzazione trotskista, la sezione italiana della Tendenza marxista internazionale. Se avessi un Euro per ogni volta che, in quest’arco tempo, ho sentito qualcuno usare la degenerazione dei regimi stalinisti come argomento contro […]

Tanto vale DJ Mondocane

La Cgil lancia un appello “a tutti i cittadini, ai lavoratori, ai pensionati ed a tutte le Associazioni democratiche affinché partecipino alla manifestazione nazionale del 17 giugno, per il rispetto dell’art. 75 della Costituzione, per difendere la democrazia e il diritto dei cittadini a decidere, per contrastare la precarietà, per un lavoro dignitoso tutelato e […]

Giocala bene, Jeremy

“Il Labour è più lontano dalla possibilità di governare di quanto lo sia mai stato negli ultimi cinquant’anni.” Ed Milliband, 25 febbraio 2017 La profezia di Ed Milliband è un buon inizio per un commento sulle elezioni britanniche della scorsa settimana: fornisce lo spunto per qualche dato interessante. Il Labour ha guadagnato, rispetto alle elezioni del […]

Bralette, calcio e scommesse

In questa (positiva) fase di transizione lavorativa, sono condannato a rimpiangere gli argomenti di cui non ho tempo di scrivere: le elezioni presidenziali in Francia, il “jobs act degli autonomi”, la Questione meridionale (in occasione dell’uscita di FalceMartello n. 5). Più ancora di questi temi, però, nell’ultimo mese trascorso lontano da questa tastiera mi hanno colpito […]

La favola del Primo Maggio

C’era una volta un operaio che aveva un contratto di lavoro in somministrazione e lavorava in una grande fabbrica: si chiamava Max. Il padrone l’aveva ingaggiato, insieme ad altri operai, poco dopo aver licenziato un bel po’ dei lavoratori assunti a tempo indeterminato che lavoravano prima nella fabbrica. Era chiaramente un’ingiustizia, e infatti la legge […]