Buon Natale Laser

Un altro Natale è arrivato e non c’è modo migliore di festeggiarlo, per me, che scrivendo un raccontino per Carmilla. Che poi è il sequel di quest’altro. Eccone l’incipit:

NOI VENIAMO MANGIATI

«Noi veniamo mangiati!», gridò Marty a sua madre mentre si precipitava giù per le scale, sogghignando tra sé per quell’espressione triviale appresa dai genitori di Jennifer, di origine italiana.

Infilò la porta senza attendere risposte. Sapeva che i genitori, quella sera in particolare, l’avrebbero voluto anche a cena, ma la verità era che non sopportava quei ricevimenti natalizi sontuosi e formali, e meno ancora di lui li tollerava Jennifer: era già stato faticoso convincerla a venire per il brindisi.

Si diresse senza esitazioni al garage, dove Joshua stava finendo di lucidargli il pick up ricevuto pochi giorni prima per il suo ventunesimo compleanno.

«Grazie Joshua, va bene così», congedò il domestico, che probabilmente era al lavoro da ore. Non fece caso al grugnito che ricevette in replica: era il suo modo consueto di esprimersi. Joshua infatti era un non-morto.

 

Il seguito potete leggerlo qui, oppure qui. Buon Natale!

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *