Lezioni di crittografia – prima parte: crittografia pura

Come ho accennato anche quassù, parlando della mostra di Magritte a Milano, al Raduno Eymerichiano di Sansepolcro dello scorso settembre sono stato sedotto dalla crittografia, uno dei giochi enigmistici più affascinanti e coinvolgenti in cui mi sia mai imbattuto. Da allora, sia pure con una certa discontinuità, sto prendendo delle “lezioni”, ciascuna su un particolare tipo di enigma crittografico, con tanto di esercizi da risolvere per passare alla lezione successiva. Le lezioni sono dieci, io al momento ho completato la quarta.

Con il permesso del maestro Rebus, e visto che la cosa ha suscitato interesse anche tra qualcuno dei miei lettori, comincio da oggi a pubblicarle ordinatamente, dalla prima alla decima. In ciascuna “lezione” saranno esposte le caratteristiche del tipo di crittografia, il meccanismo mentale necessario per risolverla, alcuni esempi, e infine qualche esercizio. Chi ne ha voglia, può scrivere le soluzioni in commento, o anche inviarmele all’indirizzo di posta info@avvocatolaser.net (Rebus, tu ovviamente no: ci sei caduto dentro da piccolo!)

PRIMA LEZIONE: CRITTOGRAFIA PURA

Rinuncio ad improvvisare una definizione: qualche esempio pratico sarà senz’altro più chiaro.
Cominciamo con l’individuare gli elementi che compongono una crittografia, analizzando quella in esempio:

Denominazione: Crittografia Pura

Diagramma: (3 2 4 3 = 5 2 5)

Esposto: PISTA

Autore: Trewal

La denominazione è importantissima per suggerire al solutore il tipo di meccanismo da applicare all’esposto. Quegli aggettivi strani come “mnemonica”, “sillogistica” o “perifrastica” suggeriscono infatti il tipo di ragionamento da compiere per giungere alla soluzione.

Il diagramma è una sequenza di numeri, eventualmente separati da segni di puntaggiatura, che indicano il numero di lettere che compongono le parole della “lettura crittografica”. Quando si trova una doppia lettura (due sequenze di numeri separate da un uguale) la parte a sinistra indica la “prima lettura”, quella immediatamente dedicibile dall’esposto, mentre quella a destra è la “seconda lettura”, ovvero la soluzione finale. Di norma, se viene indicata una sola lettura, la si deve intendere come seconda.

L’esposto è quello che potremmo chiamare il “testo” dell’enigma: può essere composto da caratteri, parole, simboli, numeri ecc. non necessariamente di senso compiuto, ma può anche essere un verso, una strofa, persino un articoletto di cronaca.

L’autore non c’è bisogno di spiegare chi sia. Lo troverete sempre indicato in calce all’enigma: si tratta pur sempre di un’opera di ingegno (per eccellenza, in un certo senso!) ed è giusto rendere merito a chi l’ha ideata.

La soluzione infine è l’agognata meta dell’enigmista. Nel caso del nostro esempio:

Soluzione: Col PI dite STA = Colpi di testa

Questo è il primo tipo di crittografia che analizzeremo: quella “pura”, o “semplice”.
Per risolvere questo tipo di gioco è necessario un ragionamento di tipo meccanico, basato cioè soltanto sulla disposizione, sulle possibili aggiunte, modifiche o soppressioni, sull’assenza o sull’aspetto delle lettere nell’esposto.
Nell’esempio che abbiamo appena visto, non ha alcuna importanza che l’esposto sia una parola di senso compiuto (Pista) in quanto, come potete vedere, nella soluzione ci curiamo solo della sua “estetica”, tralasciando totalmente il significato. L’esposto potrebbe benissimo non avere senso compiuto, anche se questa è considerata un’eleganza stilistica.
Alcuni esempi:

1. Crittografia ROM. (1 4 4 = 4 5) (di Arsenio B.)

Il punto indica la mancanza di una lettera. Se mettessimo una A otterremmo la parola ROMA, quindi: A crea ROMA = Acre aroma.

2. Crittografia PARMA (4, 1 8 = 4 9) (di Sofos)

Qui invece potremmo pensare di togliere una lettera, ad esempio la P.
Quindi otterremmo: ARMA, P ignorata = Arma pignorata

3. Crittografia LANA (4 1’1? 1’1 5! = 2 4 7) (di Orofilo)

Come i rebus a domanda e risposta: LANA v’è? V’è detta! = La nave vedetta

Tutto chiaro? Ecco allora tre belle crittografie pure come compito a casa per questa lezione:

1. Crittografia
(3 1 4 3 = 4 2 5)

BAS BES BIS BOS GAR

Re Enzo (Fiamma Perenne, 1939)

2. Crittografia
(8 1 1 1 = 5 6)

R O

Briga (Il Labirinto, 1972)

3. Crittografia
(1 5, 4 2 1 = 6 7)

GELSO

Il Lupino (L’arte enigmistica, 1933)

Be Sociable, Share!

29 Responses to Lezioni di crittografia – prima parte: crittografia pura

  1. A distanza di 10 giorni, nessuno si è applicato con sufficiente costanza da risolvere neppure una delle crittografie.
    A richiesta, do qualche indizio che possa perlomeno indirizzarvi sulla retta via:

    1. BAS BES BIS BOS GAR
    Scovate l’intruso, non è difficile. Che cosa vi sareste aspettati al suo posto? Quindi?
    Occhio sia alla parte a sinistra che a quella a destra dell’uguale, nel diagramma: può fornire utili indizi.

    2. R O
    Si noti che le due lettere non sono scritte una di fila all’altro, ma vi è dello spazio fra le due.

    3. GELSO
    Non fatevi distrarre dal significato dell’esposto: il ragionamento è puramente meccanico e riguarda il significante, non il significato.
    In crittografia, per convenzione, “ha” si può utilizzare come “a”.

    Forza, aspetto le risposte! 🙂

  2. Laura07

    Mi sono imbattuta per caso ( non ricordo nemmeno più cosa cercavo) nelle lezioni di crittografia che trovo meravigliose. Io mi diverto a cercare di risolverle, in parte riuscendoci, ma mi mancano molto le basi.
    E’ troppo tardi per partecipare alle lezioni con lo svolgimento dei compiti? che ovviamente cercherò di fare in ogni caso ma un confronto sarebbe sicuramente più produttivo

  3. Cara Laura,
    non è affatto troppo tardi. Come avrai notato, ho pubblicato soltanto le prime due lezioni (su dieci totali). Questo perché mi è parso riscuotessero scarso interesse, ed ero in attesa di richieste per proseguire.
    A che punto sei arrivata? Scrivi pure le tue soluzioni all’indirizzo info@avvocatolaser.net: ti risponderò con piacere, e poi pubblicherò la terza lezione, dedicata alle crittografie sinonimiche. A presto!

  4. Cinni

    Ho appena scoperto il sito, ma ho risolto già la prima crittografia.. questa categoria dell’enigmistica è bellissima

  5. Evviva! A scoppio ritardato, sembra che l’enigmistica riscuota un certo successo!
    Domande, osservazioni, e soprattutto soluzioni potete mandarle all’indirizzo info@avvocatolaser.net
    Aspetto le vostre risposte (alla prima e alla seconda puntata) per pubblicare la terza lezione!

  6. Bella questa idea, io l’ho visto solo adesso, e hi risolto la prima, solo che sono arrivato prima alla soluzione, grazie al suggerimento, che alla modifica dell’esposto 🙂

  7. Beh, non c’è niente di male: siamo agli inizi e conta soprattutto imparare.
    Ricordo che sono già state pubblicate anche la seconda (crittografia mnemonica) e la terza lezione (crittografia sinonimica): le trovate facilmente nella sezione “giochi e sport” del sito. A breve la pubblicazione della quarta, sulla crittografia perifrastica.

  8. Ciao,
    mi piace molto questa tua iniziativa, anche perché, in un forum che seguo, un gruppetto di amici s’è messo a giocare agli enigmi e postano a turno enigmi vari… peccato che io le crittografie non abbia mai capito come si risolvano.

    Ora, grazie alla tua prima lezione, un’idea ce l’ho e ho risolto anche la prima… per le altre, invece, sono in alto mare.

    Ho cercato le altre lezioni nella sezione giochi e sport, ma si parla solo di un campionato laser… non è che potresti inserire il link della lezione successiva direttamente nella precedente? 🙂

    Ciao e grazie. Complimenti ancora per l’idea… e grazie anche e soprattutto al tuo amico Rebus! 🙂

  9. Ciao Valeria,
    sono contento che abbia apprezzato l’idea delle lezioni di crittografia!
    Grazie anche per il suggerimento, non mi ero posto il problema ma penso si possa risolvere forse ancora meglio inserendo una sotto-categoria sezione giochi e sport.
    In ogni caso, intanto, il link alla seconda lezione è questo:
    http://www.avvocatolaser.net/2009/03/06/lezioni-di-crittografia-2-crittografie-mnemoniche/
    Avevo lasciato un po’ perdere la pubblicazione delle lezioni (sono arrivato alla quarta) soprattutto per mancanza di riscontri, ma a questo punto mi sa che proseguirò – sempre che riesca a mia volta a fare progressi: sono arrivato soltanto al settimo di dieci livelli!
    A presto e grazie a te!

  10. chiara

    Ciao sono chiara! Sapreste dirmi quale è la crittografia di : U-boot (5-8-2-10) ?… grazie 🙂

  11. Ciao Chiara,
    sarebbe intanto necessario sapere qual è la denominazione della crittografia, cioè di che tipo di crittografia si tratta, in modo da capire quale meccanismo dobbiamo applicare: hai qualche indicazione?

  12. Barbara

    Grazie avvocato Laser e grazie Rebus!
    Sono arrivata in questo sito da pochissimo, cercando una spiegazione agli enigmi proposti sulle riviste apposite, ma mai riuscendo a capire come funzionassero i meccanismi…
    Finalmente lezioni chiare e comprensibili…finalmente inizio a intravvedere una luce in tutto il buio dei miei dubbi!
    Ho provato anche a risolvere le tre crittografie qui sopra…due le ho…la terza ancora è in alto mare…ma è gia un ottimo risultato!!!
    Ancora grazie…ora leggerò la prossima lezione…

  13. Buongiorno Barbara,
    sono pubblicate, se non ricordo male, le prime cinque lezioni. Dopo un po’ ho sospeso ma, visto l’interesse, non escludo di riprendere con la seconda parte del corso. Buon divertimento!

  14. Niccolò

    per quanto mi ci applico non riesco a capire in che modo possa riuscire ad arrivare alla risposta degli enigmi…

  15. alessandra

    bas bes bis bos….BUS GAR…Garbus????mannaggia,è difficile,servirebbero mooooolti esempi per ogni tipologia…credo di aver azzeccato la parte bus,che ci si aspetterebbe dopo una sequenza simile..ma come comporla poi????

  16. alessandra

    R O. SPAZIO AEREO??Dio mio,ti farai delle risate .Puoi mettere più esempi per ogni tipo di crittografia??Cosi è troppo difficlile…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *