Le meraviglie del genere umano

  Qualche giorno fa sono stato in San Pietro in Ciel d’Oro ad ascoltare l’orchestra dei Solisti di Pavia eseguire musiche di Beethoven.

Come in ognuna delle poche occasioni in cui ho ascoltato dal vivo della musica classica, non ho potuto fare a meno di pensare quanto straordinario sia l’Essere Umano: non solo è riuscito ad estrarre musica da materia inerte e comune come metallo, legno e corda, ma è stato in grado di combinare diversi strumenti per immaginare e realizzare accordi e armonie. Come può venire in mente di costruire un violino? E quanta abilità ci vuole per maneggiarlo con simile maestria? E ancora, quale fantasia occorre per immaginare, dal nulla, un tema musicale e che creatività per inventare un sistema di notazione in grado di trascriverlo e renderlo comprensibile e riproducibile a distanza di secoli?

L’Uomo, con tutti i suoi limiti e nonostante tutte le atrocità di cui è capace, è una creatura meravigliosa, ed è in occasioni come queste che trovo del tutto ragionevole essere ottimista sul futuro della nostra specie: non è davvero possibile che un essere in grado di realizzare simili miracoli non riesca, prima o poi, a trovare un modo per prosperare sul pianeta Terra, liberandosi una volta per tutte di miseria, guerra, superstizioni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *